Allegria e colori alla Sagra della Zucca di Piozzo

Messo a riposo il camper fino alla prossima primavera non possiamo comunque smettere di fare i Turisti a zonzo ... così approfittiamo dei weekend liberi per esplorare un pò il nostro territorio.

E' autunno e quindi tempo di sagre.
Non siamo particolrmanete attratti dal genere di evento, ma bisogna ammettere che ce ne sono alcune veramente carine, come La Sagra della Zucca di Piozzo.
Sono già un paio di anni che pensiamo di andarci, ma tra un impegno e l'altro non c'eravamo ancora riusciti.
Fino a quest'anno.
Piozzo è una piccola località cuneese ai confini con le Langhe, a circa 30 km da Cuneo.
E' una zona agricola precollinare nota principalmente per le zucche e per la presenza di un piccolo birrificio, Le Baladin, che produce birra artigianale offerta nell'omonima birreria famosa anche per gli ottimi spettacoli musicali dal vivo che ospita.
Ma Piozzo non è solo questo. E' una località di antiche origine che conserva diversi piccoli gioielli, come il Castello e le tredici cappelle sparse sul suo territorio.



La Sagra delle Zucche, ormai giunta alla sua XVII edizione, si tiene tutti gli anni il primo weekend di Ottobre.
Oltre ad una vasta esposizione di zucche delle più svariate specie e colori, prevede anche un calendario con mostre, gare di dolci, intrattenimenti musicali, cene tipiche ed un concorso fotografico.

Noi decidiamo di andarci il sabato pomeriggio aproffittando di una leggera schiarita dopo un paio di giornate piovose. Il viaggio da Cuneo non richiede più di una ventina di minuti.
Parcheggiamo di fronte al Ristorante Perlage in prossimità dell'area attrazzata per l'occasione (credo) a sosta camper e ci dirigiamo a piedi verso il centro del paese.
L'organizzazione deve aver pensato in grande e si prevede un grande afflusso di visitatori perchè ci sono numerosi campi adibiliti a parcheggio!
Man mano che ci avviciniamo compaiono le prime bancarelle, colme di zucche multicolori: gialle, verdi, arancioni ...con sfumature  incredibili.
Molte case lungo la sdrada hanno finestre e e girdini decorati con simpatiche zucche ed alcuni mostrano garage pieni di questi ortaggi!!

Ma quante ce ne sono?
Le bancarelle si susseguono...c'è chi espone forme di pane, chi marmellate, chi decorazioni, chi lanterne ....prodotti diversi, ma con untema dominante comune : la ZUCCA!!

Zucche decorate

E' un bellissimo colpo d'occhio!! I colori sono molto belli (peccato che la giornata non sia soleggiata), le forme originali, alcune addirittura buffe. E' una meraviglia.
Ci soffermiamo su magnifiche zucche decorate, quelle tonde sembrano assomigliano molto alle uova che si decorano a Pasqua.
Un banco, invece, espone zucche trasformate in strumenti musicali ...incredibile.
Passeggiando giungiamo alla piazza principale dove, passando sotto ad un arco di zucche accediamo all'area espositiva vera e propria.
Al centro uno spiazzo erboso circolare ospita gli esemplari più grandi di zucche ... uau sono enormi!
Intorno, invece ci sono diversi antichi carri in legno addobbati ad arte con zucche di diversi colori e forme in modo da creare geometrie e contrasti eccezionali.
Bellissima ...questa sagra supera largamente le nostre aspettative.
Zucche lanterne

Ci addentriamo per le strette vie del centro dove troviamo altri banchei con prodotti agricoli e oggetti vari. C'è anche uno stand in cui abili cuochi intagliano zucche e creano composizioni magnifiche: fiori, foglie e uccelli di zucca prendono forma velocemente sotto le loro mani.
Un'area è dedicata ad una lunga tavolata che ospita più di 400 qualità di zucche, tutte coltivate a Piozzo con semeti provenienti da ogni parte del mondo. Ce ne sono veramente di tutti i tipi ed interessante è il fatto che ciascun esemplare ha una propia scheda che riporta le sue caratteristiche biologiche, culinarie ed anche curative.
Zucche, zucche e ..zucche!!

Nel centro del paese è stato allestito anche un banco ristoro che oltre a servire pasti (la sera prima c'era la minestra!) offre assaggi dolci o panini. Noi proviamo le firttele di zucca ...niente male!
La nostra visita termina poco più avanti, di fronte alla birreria Le Baladin dove un gruppo inizia a suonare musica popolare e occitana.

Musiche e danze

Prima di andarcene facciamo ancora una piccola sosta ad un banco per acquistare anche noi una zucchetta da portare a casa. La scelta è difficile ...sono tutte così talmente belle!!
Alla fine mi viene praticamente regalata!! Meglio di così!!
Un bel ricordo da una bella manifestazione variopinta, divertente, autentica che accende di colori e sfumature giallo-arancioni l'autunno appena cominciato.
Complimenti alla procoloco ...si vede che ci hanno messo un grande impegno.



Torneremo sicuramente il prossimo anno ....adoro le zucche !!

Etichette: , , ,