Weekend tra l'Oasi Zegna ed il Santuario di Oropa

Non è la prima volta che visitiamo l'Oasi Zegna, ma ci torniamo sempre con molto piacere. L'occasione questa volta è stata il ritrovo con altri amici al Santuario di Oropa per un'escursione al Lago Mucrone. Approfittando del fatto che potevano raggiungerci solo il Sabato pomeriggio siamo partiti in anticipo e vi abbiamo trascorso una mezza giornata.

Il nostro week-end inizia come al solito al venerdì sera. Sono oramai le 18.45 quando riusciamo a partire ed il viaggio si presenta più complicato di quello che dovrebbe essere. Volendo testare il nuovo navigatore satellitare, Marco si affida ciecamente alle sue indicazioni e ci vediamo a girovagare per le colline intorno a Torino!! Dopo giri assurdi riprendiamo la giusta via e giungiamo a Bielmonte verso mezzanotte. Lì, come al solito, sostiamo nell'area attrezzata per camper presso il parcheggio del piazzale 2 (costo 3,50 euro per notte da pagare al vicino bar).

Il giorno dopo ci svegliamo con un bel sole ed iniziamo la nostra visita all'Oasi. Prima di tutto percorriamo la Panoramica Zegna fino alla Conca dei Rododendri, dove facciamo una breve passeggiata. Purtroppo il periodo di fioritura è già finito e dei fiori colorati non c'è neppure l'ombra !! Tornati indietro ci dirigiamo a Bocchetta Margosio e facciamo prima un pezzo del Sentiero Rubello, poi, nella direzione opposta, quello di Frà Dolcino che ci conduce fino a Bocchetto Luvera. Incontriamo diversi cespugli di rododendro selvatico in fiore ed ammiriamo, da Margosio, una splendida vista sulla catena del Monte Rosa. Marco e Mara salgono anche fino al Cippo di Frà Dolcino. Dopo pranzo scendiamo lungo la Panoramica Zegna fino a Barbato dove visitiamo il Santuario della Brughiera. Da lì percorriamo il sentiero che porta al Santuario di Mazzucco fino al paese di Capomosso, poi torniamo sui nostri passi. E' ora di andare ad Oropa dove più tardi, nell'area attrezzata vicino al santuario, ci incontriamo con i nostri amici (11 euro per 24/h). Appena in tempo prima che inizi a piovere.

Fortunatamente il giorno dopo splende di nuovo il sole e si può partire per l'escursione al lago Mucrone!! Seguiamo il sentiero che parte da dietro il santuario e che sale nel bosco, lungo il fiume, fino ad una cappella. Da qui il percorso prosegue allo scoperto sulla montagna e ....sorpresa... ci fa attraversare una grande distesa di neve, resto di un'enorme valanga invernale! La superiamo con qualche timore e ben presto raggiungiamo il Rifugio Rosazza. Dopo una breve sosta per ricompattare il gruppo, ripartiamo e in 10 minuti arriviamo alla cabinovia e al Rifugio Savona. Ormai manca poco ...solo un'altra grossa striscia di neve ci separa dal lago che ci appare quasi interamente gelato. E' una meraviglia!! Tutto intorno c'è ancora parecchia neve e quindi, rinunciamo al giro del lago come avevamo programmato. Pranziamo velocemente, visto il freddo che inizia a farsi sentire e poi scendiamo a valle. Torniamo al camper appena in tempo prima che inizi a piovere!! Ci concediamo un pò di riposo e poi, mentre le bambine giocano, andiamo a visitare il Santuario di Oropa ...visto che siamo qua dobbiamo approfittarne! Ceniamo ancora lì in compagnia e poi partiamo in direzione di Cuneo. Peccato, il weekend è già terminato!

Note

I link presenti in questa pagina rappresentano approfondimenti e si collegano ad opinioni pubblicate da Mirella sul sito TRIVAGO